fbpx

IBRA UN BULLO A SANREMO. LA RAI VIETI LA PRESENZA DI PERSONAGGI COME LUI

La frase che Ibrahimovic ha detto in campo a Lukaku, dove offendeva la madre, dimostra assolutamente un comportamento di bullismo e di odio a sfondo razziale. Nonostante ciò, la procura ha definito che non ci sono gli estremi così gravi per definirlo un reato di razzismo.

Il fatto che il razzismo è ancora così radicato in Italia è dovuto in parte anche alla legge sul razzismo che non funziona pienamente. Il razzismo in Italia, purtroppo, non è stato ancora debellato e per questo motivo chiediamo al Governo di agire quanto prima con leggi efficaci e concrete. 

Per quanto riguarda Sanremo, riteniamo che la scelta di Amedeus sia sbagliata, nel sostenere personaggi di questo tipo che non dovrebbero essere esaltati dal palco del Festival. 

Inoltre, Ibrahimovic non ha usato neanche l'occasione per chiedere scusa dell'accaduto, in quanto le offese non sono mai giustificate specialmente in campo . 

La Rai ne vieti la presenza, come ha già fatto verso personaggi che di recente hanno offeso le donne o altre minoranze. 

Come dimostrano i dati, gli ascolti sono stati anche inferiori ai precedenti anni, quindi questa ospitata si poteva risparmiare tranquillamente.

Fabrizio Marrazzo, portavoce di Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista, Liberale  

LEGGI ANCHE

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Restiamo
in contatto