fbpx

NAPOLI: PARTITO GAY PRESENTA LISTA, DE LUCA CHIEDA SCUSA ALLE PERSONE LGBT+

Oggi, al cinema modernissimo di Napoli è stata presentata la lista che sarà presente alla competizione comunale di Napoli il prossimo 3-4 ottobre: Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale dal Capolista Michele Adriano Brunaccini, attivista LGBT+ ed esperto di comunicazione la lista sarà presente anche a Roma, Milano, Torino ed in altri piccoli comuni.

 

(Riportiamo la dichiarazione del capolista al margine dell'iniziativa)


 Il Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale è un partito con una chiara identità, non è incentrato solo sulla comunità LGBT+ ed i suoi interessi, ma è un partito inclusivo a 360 gradi, si vuole adoperare affinché tutti, indipendentemente dal sesso, religione, credo, orientamento sessuale, identità di genere e non solo, possano sentirsi ascoltati e tutelati.

 

Per questo la nostra prima richiesta sono le scuse del Governatore De Luca che ha addirittura citato il diavolo per esprimere la sua contrarietà alla lotta contro l’omotransfobia nelle scuole, nel totale silenzio della politica e della società civile campana, questo dimostra la necessità di un partito come il nostro che dia voce a chi oggi non la ha.

 

Per questo come primo punto del programma vogliamo partire dalla formazione e dalla lotta al bullismo ed alle discriminazioni per dare a tutte e tutti le stesse opportunità di crescita, molti noi hanno vissuto o hanno visto da vicino quale inferno può diventare la scuola per le persone LGBT+ e non solo, e da li vogliamo partire. Sappiamo bene che la scuola non è una competenza comunale, ma il Comune può influire molto nella didattica, come fa da anni ad esempio per la giornata della memoria o sulla violenza contro le donne, dove vengono fatti incontri ed attività formative in centinaia di scuole.

 

Il nostro è un progetto nazionale di lungo respiro. A questa tornata elettorale ci troverete oltre che a Napoli anche nelle città di Roma, Torino e Milano.

 

 

Il nostro motto è: #ChiSeNonNoi  

                          

I nostri punti fondamentali sono: pari opportunità, diritti, ambiente, sviluppo industriale sostenibile, riduzione della pressione fiscale e cuneo fiscale, semplificazione burocratica, riforma della giustizia, riduzione della disoccupazione, ma anche sicurezza e miglioramento della qualità della vita.

 

 

Votare Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale significa per la prima volta far pesare le nostre istanze. Infatti, sia a Napoli e sia nelle altre città nessun candidato vincerà al primo turno, per questo ogni voto per noi potrà pesare ed influire nei ballottaggi al fine che le nostre istanze non siano più un paragrafetto dimenticato dai Sindaci, ma siano azioni integrate in tutti gli ambiti.

 

La nostra comunità rappresenta il 15% della popolazione, pertanto possiamo davvero fare la differenza questa volta non solo sul piano locale, ma anche sul piano Nazionale.

Come Partito, monitoriamo sempre tutte la città dove siamo e saremo presenti. Le nostre scelte di politica Comunale, infatti, non sono generaliste, ma calibrate e pensate per far fronte alle diverse realtà ed esigenze che caratterizzano la variegata specificità del nostro territorio.

 

Con la crisi dovuta all’epidemia Covid 19, per noi è chiaro che il valore più importante è la solidarietà e Napoli dopo la crisi dovrà essere sempre più una città solidale. Proprio adesso che alle PMI (piccole e medie imprese) manca denaro per investimenti e per far fronte ai costi, il Comune assume un ruolo decisivo come committente là dove si dovrà integrare il sostegno del Recovery Fund (PNRR).   

 

Sappiamo che gli ambiti su cui dovremo lavorare nei prossimi 5 anni sono molti, e per questo abbiamo elaborato le principali linei guida su cui agiremo che potete trovare sul nostro sito da domani su www.partito.GAY, si  proprio .GAY siamo stati la prima organizzazione in Italia ad usare questo dominio, ricordando che GAY è l’acronimo di Good As You, buono come te, perché tutti siamo uguali.

 

 

Abbiamo deciso di affiancarci in questa avventura alla candidatura a Sindaco di Antonio Bassolino, unica città in cui non abbiamo espresso un candidato a Sindaco, perché anche lui come noi ha fatto una scelta di indipendenza dai grandi partiti, che ormai sono divisi su tutto al loro interno e si limitano solo a gestire l’ordinario, senza dare risposte concrete alle istanze dei cittadini in generale ed in particolare alla nostra comunità LGBT+.

 

 

Inoltre, la scelta di sostenere il candidato Sindaco Bassolino oltre alla sua comprovata esperienza amministrativa e politica, è stato determinate anche il suo impegno da Sindaco di Napoli che nel 1996, ha sostenuto con convinzione ed ha partecipato ad uno dei primissimi Pride Nazionali, in anni in cui era difficilissimo organizzarli e di questo lo ringraziamo soprattutto per averlo fatto in un momento in cui un simile appoggio oltre che non essere scontato poteva addirittura essere visto elettoralmente controproducente.

 

La nostra lista a Napoli è costituita equamente tra persone con identità di genere femminile e maschile, ci sono diversi attivisti Transgender, bisex,  intersex e bisessuali, ma anche da amici e genitori che da anni hanno scelto di stare al nostro fianco.

 

Molti sono professionisti, imprenditori e studenti.

 

Oggi con la sola presenza del simbolo sulle schede elettorali abbiamo già fatto una rivoluzione, ma siamo perfettamente consapevoli che siamo solo all'inizio di un percorso, difficile e in salita, ma noi ci metteremo tutto il nostro impegno.”

 

Michele Adriano Brunaccini, Capolista a Napoli per Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e liberale

LEGGI ANCHE

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Restiamo
in contatto