fbpx

AGGRESSIONI PALERMO, PAVIA E ROMA IL DDL ZAN NON SUFFICIENTE. MUSMECI LICENZI IL SUO ADDETTO STAMPA CHE HA OFFESO LA COPPIA

Troviamo preoccupante quanto accaduto a Palermo, Pavia e Roma, che purtroppo sono casistiche che le associazioni ci denunciano quotidianamente . 

La legge contro l'omotransbifobia approvata alla camera e chiamata DDL ZAN non è sufficiente, infatti se vediamo la giovane età degli autori, o quanto dichiarato dai genitori del ragazzo di Roma che lo vedono come “malato in quanto gay” e purtroppo la legge con l'art.4 consente di chiamarci malati ed inferiori.

Inoltre, con l'art.7 viene di fatto proibito qualsiasi corso nelle scuole contro le discriminazioni verso le persone LGBT (lesbiche, gay, bisex e trans) quindi, non aiuta a combattere i pregiudizi , anzi tutel a gli omofobi che li alimentano, comportando paradossalmente l'aumento di episodi come questi denunciati oggi.

Pertanto, la legge deve almeno dare gli stessi diritti contro il razzismo cosa che l'attuale testo non fa, anzi dalle dichiarazioni di PD ed IV che aprono alle destre ed ai vescovi la legge rischia solo di peggiorare o essere affossata.

Inoltre, troviamo offensivo delle istituzioni che un addetto alla comunicazione del presidente Musmeci della Regione Sicilia, possa fare ironia sul tragico evento di Palermo, chiediamo che sia rimosso dall'incarico.

Quanto accade nella società e nella politica dimostra l'importanza di un Partito come il nostro che rappresenti realmente gli interessi delle persone LGBT+


Fabrizio Marrazzo Portavoce Partito Gay per i diritti LGBT+, Solidale, Ambientalista e Liberale

LEGGI ANCHE

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Restiamo
in contatto