fbpx

AFFETTI STABILI: UN PRIMO PASSO PER IL RICONOSCIMENTO DI TUTTE LE FAMIGLIE

L’estensione delle visite, avvenuta su nostra istanza, agli affetti che non rientrano nella famiglia definita dal Codice Civile e definiti dal Governo “Affetti Stabili” può essere un primo passo per il riconoscimento delle diverse forme familiari, ad oggi molto diffuse nel nostro paese. Un riconoscimento interessante non solo per la comunità LGBT (Lesbica, Gay, Bisex e Trans), che di fatto non è più costituita dalla sola coppia, ma anche dai figli riconosciuti non direttamente dallo Stato e dei relativi affetti. Possiamo vederlo come un primo passo per il riconoscimento di tutte le famiglie, ma la strada è chiaramente ancora lunga.

Fabrizio Marrazzo, Portavoce Gay Center

LEGGI ANCHE

TI PIACE QUESTO ARTICOLO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Restiamo
in contatto